Storie di Casa FL: San Valentino bussa alla porta di casa

Storie di Casa FL: San Valentino bussa alla porta di casa

Sai com’è. A volte è il caso, a volte la perseveranza

aprile

25

2017

Sai com’è. A volte è il caso, a volte la perseveranza. A volte è lo stare insieme a trasformare i sentimenti. A volte lei è lì, ci si passa davanti tutti i giorni per guardarla, per bersi un caffè, mentre il cuore batte, sperando di non fare una cavolata e che sia quella giusta. Altre volte lei non c’è. Fisicamente non c’è ancora. E magari la immagini, la disegni, la tratteggi, pensi a come vorresti che fosse. Alta, libera, solare, di ampie vedute. E così quando la trovi, rimani senza parole, affascinato, consapevole e convinto che l’amore sia lei. E sarà lei, per sempre. Sì, lo voglio. Anzi lo vogliamo in due. E non c’è cosa più bella, soddisfazione più grande. Il progetto di vita insieme parte anche da qui. Da queste mura solide, da queste camere ampie, da questo sole che le riempie di luce, dal blu del mare che entra in casa e sazia gli occhi. E non è un quadro. Non è un oggetto di arredo. Il mare è lì davanti, se apri le finestre il suo odore lo senti davvero, arriva fino a su, fino al terzo piano della nostra casa di Cala Paradiso. E’ una storia d’amore anche questa. Una storia di attese, di una casa vista in precedenza che però non ha detto un granché, troppo diversa da quella che si cercava. E poi. E poi sì, è arrivata lei, quando forse ci si stava scoraggiando un po’. Ancora su carta, ancora solo un progetto, un plastico troppo piccolo e troppo tempo mancante per viverla a pieno. Sarebbe stato un amore da coltivare piano piano, da veder crescere, dallo scavo, alle fondamenta, fino all’appartamento che ora c’è e prende vita. Ma aspettare ne è valsa la pena. Marito e moglie hanno potuto scegliere senza fretta, farsi consigliare, consultare i fornitori e prendere qualcosa da uno e qualcosa da un altro, in un patchwork di estremo gusto. Certo, in questi anni qualche debolezza c’è stata. La sensazione era che quando la vedevano più vicina, poi si allontanava di nuovo, qualche intoppo, qualcosa da definire meglio. Ma la fermezza ha prevalso. E poi la scintilla era ormai scattata. Chi se la toglieva più dalla mente quella casa? Lei, solo lei. Senza se, senza ma. Lei e basta. Un colpo di fulmine, e poi è talmente bella da togliere il fiato. Una storia profonda, e ora manca davvero poco. Tra qualche mese la vivranno a pieno. La nostra coppia e il loro bambino fremono e non vedono l’ora di entrare, l’estate si avvicina, la loro spiaggia preferita è lì sotto. La casa che si è fatta desiderare non li deluderà. Saprà come accoglierli e come farsi amare.

Condividi