Mobili ingresso: 10 modelli perfetti per ogni casa

Mobili ingresso: 10 modelli perfetti per ogni casa

agosto

21

2018

Stretto e allungato, direttamente collegato con il corridoio, piccolo e buio, sproporzionato e privo di una funzione specifica, dallo sviluppo planimetrico “impossibile”, inondato di luce: in casa, arredare l’ingresso equivale spesso a un rompicapo. Tra errori da evitare nella scelta di mobili e colori, desideri da soddisfare ed urgenze alle quali fare fronte, soprattutto nelle piccole abitazioni, il percorso per arrivare a una configurazione convincente e funzionale può rivelarsi anche tortuoso.Proviamo quindi a stilare una lista delle casistiche più comuni, riunendo una gamma di dieci alternative: il primo passo per potenziare il ruolo dell’ingresso nello spazio domestico!

Autoportante, con grande specchio

Un grande classico, reinterpretato in chiave contemporanea e sofisticata: è il mobile per l’ingresso nato esattamente per questo spazio, provvisto di cassetti, telaio appendiabiti, mensole con supporto svuotatasche. Una composizione non vincolante, concepita per essere adattata e personalizzata; tra le alternative, anche lo scrittoio, grazie al quale riadattare l’ingresso a postazione home office.

Solo una (bellissima) panca

Quando lo spazio non è un problema e l’ingresso può essere associato a funzioni soprattutto decorative, una panca o un divano due posti – in vimini, midollino o ferro battuto – rappresentano un’idea per chi ama gli interni dall’impronta romantica e ricercata.

Essenziale, senza gravare a terra

In presenza di un pavimento prezioso e delicato o quando l’ingresso è definito da almeno una parete portante, si può prevedere l’installazione di un mobile “sospeso”. Privo di basamenti che poggiano a terra, ancorato a muro, conferisce all’ingresso un’immagine di leggerezza, tenendo a distanza il rischio di un eccessivo “affollamento”, spesso generato da un mix di arredi e accessori.

A parete, da personalizzare

Parola d’ordine: funzionalità! Per chi desidera un ingresso moderno, potenzialmente modificabile ed estendibile nel medio-lungo periodo, non mancano le composizioni a parete da combinare ad accessori con le medesime finiture; rientrano in quest’ultima casistica, portaombrelli, appendiabiti e scarpiere con piani a scomparsa, praticamente indispensabili per buona parte dell’anno.

Combinando cassetti e seduta

Per arredare gli ingressi stretti, e anche in quelli con il soffitto ribassato, una delle soluzioni è ricorrere a mobili dall’ingombro ridotto e dal peso contenuto. In questo modo, è possibile rimuoverli e spostarli con facilità in tutte le occasioni in cui c’è bisogno di fare spazio, ad esempio quando si deve portare in casa un oggetto ingombrante e voluminoso. Legno e fibre naturali riescono a conferire a questi ingressi un’immediata sensazione di accoglienza: per un caldo benvenuto!

Una scenografica consolle

Inutile negarlo: l’ingresso è il biglietto da visita della casa. Arredarlo può essere quindi considerata una sorta di “autodichiarazione” del gusto dei proprietari. Ed ecco che, in questa ottica, anche la scelta di ricorrere a una tradizionale consolle può diventare una chiara manifestazione di stile.

Multiuso, in stile industrial

Sfruttare al massimo l’altezza, ridurre al minimo la profondità: questa la combinazione giusta per ingressi di dimensioni ridotte, ma dall’altezza generosa, ai quali poter conferire un aspetto grintoso e industrial con mobili provvisti di telai e vani contenitori in metallo.

Dal design minimal

Nella categoria degli “arredi ibridi” o trasformabili è possibile individuare proposte in grado di soddisfare anche i casi più complessi, come l’assenza di un vero e proprio ingresso. Quando entrando in casa si accede direttamente al zona living, ma si desidera comune definire uno “spazio filtro” si può fare riferimento a librerie passanti o mobili con piani d’appoggio e barre appendiabiti, utilizzabili da due lati opposti, che non necessitano di ancoraggi a parete.

Il posto giusto per… le scarpe

La cassettiera possente e dall’aspetto rassicurante, sul cui piano d’appoggio collocare il telefono fisso e la corrispondenza in arrivo, è stata l’arredo chiave per centinaia di ingressi domestici. Provvista di cassetti o di vani a scomparsa nei quali disporre scarpe e accessori, ancora oggi è un alleato di evidente utilità nell’arredamento dell’ingresso.

Moderno e creativo

Creatività al potere… fin dall’ingresso! Per chi si tiene a distanza dall’arredamento standardizzato e concepisce la personalizzazione come un’opportunità per adattare lo spazio al mutare del tempo e delle esigenze, sono disponibili sistemi modulari davvero “furbi”. Grazie a pochi passaggi, aumentano lo spazio contenitore disponibile in casa oppure forniscono comode sedute, da utilizzare anche quando la casa si riempie di ospiti.

 

FONTE: www.grazia.it

Condividi